Anna si rilassa in un bagno di design

Bagno di design - Relax con Microtopping

ANNA SI RILASSA IN UN BAGNO DI DESIGN

Le storie di Microtopping sono soprattutto storie di persone.
Cominciamo con Anna, che ha scelto una superficie avvolgente e sensuale in toni di grigio per il suo bagno di design. Il miglior regalo dopo un’intensa giornata di lavoro.

Una giornata impegnativa, sempre con il fiato corto per completare ogni lavoro nel migliore dei modi. È così difficile trovare una linea che unisca creatività e funzionalità. “Funzione”, che brutta parola. Le ricorda la matematica.
Anna è così, sempre in equilibrio tra la necessità di far volare la mente con la sua inventiva, per alimentare quei colpi di genio che l’hanno resa una designer affermata, e il bisogno di rimanere con i piedi per terra, per dare vita a oggetti unici e utili alle persone. Utilità, questa sì che è una bella parola.
Il Salone del Mobile è stato solo il gran finale di lunghi mesi passati a pianificare, a costruire idee, rendere tangibile l’intangibile per sorprendere tutti, i potenziali clienti, i colleghi, sopratutto sorprendere se stessa.
Tutto questo richiede tempo, ma ora Anna può rallentare, è arrivata al traguardo con successo e si merita un momento tutto per sé.

LA LUCE CALDA SI RIFLETTE E COLPISCE LE SUPERFICI MORBIDE

La sera i tempi si dilatano e scorrono lisci sulla superficie della vasca mentre lo scroscio dell’acqua bollente rimbomba piacevolmente nelle stanze. I piedi nudi si muovono leggeri sulla superficie calda e suadente del bagno, una musica naturale di acqua e materia che si scontrano. I pensieri si dissolvono, quando lascia cadere la camicia e si dirige verso lo specchio. Si guarda negli occhi e rivede la stessa ragazza che ha intrapreso una carriera fatta di sacrifici, di soddisfazioni e di scelte. Il gusto per l’estetica, il design, l’intimo piacere di dare una forma alle idee, non è cambiato nulla.
Ma ricorda quando condivideva il bagno con altre tre ragazze all’università, che nonostante tutto sembrava un lusso poter fare una doccia calda a fine giornata, prima di uscire la sera. Rivede quella ragazza ora donna, la sera non è più fatta per uscire spensierata ma per cene di lavoro e per riordinare documenti, appunti e addormentarsi con in mano un libro.

Questa sera è per lei. La luce calda si riflette e colpisce le superfici morbide e semplicemente uniche, dalle pareti al pavimento, di quel bagno di design che ha progettato da sé, per il suo benessere. Non c’è un luogo più intimo, il relax si fonde con il contesto e profuma di asciugamani appena lavati, morbidi sulla pelle.
La schiuma aumenta di volume e si prepara ad accogliere Anna per accarezzarla, una coccola leggera e profumata. Ma prima si accendono le candele sul pavimento, per dare quel tocco di luce naturale che esalta lo spazio che la circonda. I piedi entrano nell’acqua ed è un brivido che percorre la schiena, un fulmine interiore. La tensione della giornata si dissolve, in sottofondo una canzone racconta una storia d’amore su ritmi jazz. Domani ci saranno ancora fatiche e impegni, ma questa sera è sua, soprattutto sua.